LONDON paris – week 15. Pensieri che sfuggono

Da una settimana circa faccio lo stesso percorso sulla metro parigina. Improvvisamente stamane l’inaspettato.

C’è un tratto in cui il treno esce in superficie; succedeva anche le altre mattine ma io continuiavo comunque a leggere “L’Eleganza del Riccio” come se nulla fosse. Stamattina un flash improvviso, come di una foto, mi ha colpito, come quando nel bel mezzo della nostra normalità quotidiana un granello di polvere fuori posto ci riporta in vita. E ci disturba. In fondo, ciò che è diverso dalla nostra “normalita'” disturba l’uomo da sempre. Che bello se nessuno si fosse mai preso il disturbo di inventare il concetto di normalità. Ma ormai è troppo tardi, forse questo termine anche è troppo legato alla nostra cultuira, come i crocifissi.
In ogni modo, ero lì che leggevo e questa fotografia improvvisa alle mie spalle mi ha scosso. Mi sono voltato, e il sole era lì, sorto da poco che splendeva appena sopra i tetti parigini. Il semplice fatto che nei giorni scorsi il cielo era grigio ha fatto si che io rimanessi intorpitito nella mia lettura, senza accorgermi che c’erano i tetti della periferia sud di parigi da guardare. OK, non proprio periferia. Alessandro no, non vivi in periferia tu, tranquillo!
Continue reading