Su questo blog

Le elucubrazioni mentali del milionesimo italiano trasferitosi a Londra. Volevo scrivere pippe mentali, ma poi Google mi ha suggerito quest’espressione alternativa, che fa molto fico così la gente dice ‘Oh, cacchio. Questo sa!

Avendo finito lo spazio disponibile nella mia testa e non sapendo più dove archiviare tutte le idee che mi vengono in mente e che sono troppo pigro per riportare su carta, ho pensato di fare un’altra cosa banale (trasferirsi a Londra non era sufficiente): ho iniziato un blog. Al di là di questo, non vedo altri motivi.

Una guida online che salta fuori se si gugola ‘how to start a blog’ (l’ho cercato in inglese) dice che per evitare che un blog risulti troppo dispersivo e non riesca ad attirare lettori, è meglio scegliere un tema e trattare solo quello. Magari qualcosa che sappiamo fare bene. Questo dice la guida. Il fatto che venga da Google la rende ancora più vera, al pari della Bibbia, tipo il vangelo secondo Matteo.

Dunque, un tema. Mmmm…. vediamo… Uno solo, eh? OK, sì… Allora, cominciamo con qualcosa che so fare bene. C’era quella cosa che…. no, forse no (familiari e amici leggeranno queste righe). Potrei parlare di… no, forse meglio tenermela per me.

Una cosa che so fare bene? Iniziare le cose e poi finire ancora prima di avere il tempo per capire se siano state fatte bene o no.

Se volete farmi sapere che anche questa non sta venendo bene, lasciate un commento o scrivete a acrossthechannel chiocciola gmail punto com

Brighton

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...